MENU CONCORSI

rss concorsi pubblici regioni

Bando Concorso - Politecnico Di Bari

IL RETTORE Visto il R.D. 1592/33 recante il Testo Unico delle leggi sull'istruzione superiore; Visto il D.M. 22 ottobre 2004 n. 270 contenente le �Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli Atenei approvato con decreto del Ministro dell'universita' e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n 509�; Visto lo Statuto del Politecnico di Bari emanato con D.R. n. 128 del 19 aprile 2013; Visto il D.P.R. 162/82 e successive modifiche ed integrazione relative al riordino delle Scuole di Specializzazione ed in particolare l'art. 13 che prevede, tra l'altro, che �Per l'ammissione alle scuole di specializzazione e' richiesto il superamento di un esame consistente in una prova scritta che potra' svolgersi mediante domande a risposte multiple, integrata eventualmente da un colloquio e dalla valutazione, in misura non superiore al 30% del punteggio complessivo a disposizione della commissione, dei titoli di cui al penultimo comma del presente articolo�; Visto il D.I. 31.01.2006, pubblicato un G.U. n. 147 del 15.06.2006, relativo al riassetto delle Scuole di Specializzazione nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale; Visto il Regolamento Didattico di Ateneo del Politecnico di Bari emanato con Decreto Rettorale n. 128 del 19 aprile 2012, e successive integrazioni; Visto il Regolamento della Scuola di Specializzazione in �Beni Architettonici e del Paesaggio�, emanato con D.R. n. 404 dell'11.10.2013; Viste le delibere del Consiglio di Amministrazione del 23.7.2002, 30.03.2004, nonche' il D.R. n. 2145 del 24.06.2011, Manifesto degli Studi, con i quali sono stati fissati gli importi delle tasse e contributi per la frequenza delle scuole di specializzazione per l'a.a. 2011/2012; Vista la delibera del Senato Accademico, seduta del 25 gennaio 2013 con cui e' stata approvata l'istituzione della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Bari, afferente al Dipartimento di Scienze dell'Ingegneria Civile e dell'Architettura (DICAR); Visto il Verbale del Consiglio del Dipartimento di Scienze dell'Ingegneria Civile e dell'Architettura, seduta del 20 maggio 2015, in cui e' stata approvata l'offerta formativa della predetta Scuola di Specializzazione in �Beni Architettonici e del Paesaggio� per l'A.A. 2015/2016; Vista la delibera del 22.09.2015, in cui il Senato Accademico ha ritenuto di richiedere al MIUR un parere in ordine all'impatto dell'offerta didattica della predetta Scuola di Specializzazione sul D.I.D. di Ateneo; Vista altresi', la delibera del 22.09.2015, in cui il Consiglio di Amministrazione, nelle more di acquisire il predetto parere del MIUR, ha disposto l'attivazione della predetta Scuola di Specializzazione in �Beni Architettonici e del Paesaggio� afferente al DICAR, per l'.A.A. 2015/2016; Tenuto conto che l'art. 3 del �Regolamento della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio� del Politecnico di Bari, prevede dei punteggi da attribuire alle prove di selezione confliggenti con le disposizioni di cui all'art. 13 del DPR 162/82 e s.m.i. e pertanto, nelle more della relativa modifica, si intende disapplicato; Ravvisata, pertanto, nelle more di acquisire il predetto parere ministeriale, l'urgenza di emanare, per l'anno accademico 2015/2016, il Bando relativo al concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio, afferente al Dipartimento ICAR del Politecnico di Bari A.A.2015/2016, anche al fine di allineare in ambito nazionale la decorrenza della predetta Scuola con le altre Scuole di Specializzazione; Decreta: di emanare, per l'anno accademico 2015/2016, il Bando, allegato al presente provvedimento e parte integrante dello stesso, relativo al concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione in �Beni Architettonici e del Paesaggio�, afferente al Dipartimento di Scienze dell'ingegneria Civile e dell'Architettura del Politecnico di Bari; Il presente provvedimento sara' sottoposto a ratifica del Senato Accademico nella prima seduta utile. Bari, 20 ottobre 2015 Il Rettore: Di Sciascio