Concorsi

Pubblici

Ministero Dell'interno

IL CAPO DELLA POLIZIA DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, recante ilCodice dell'Ordinamento Militare ed in particolare l'art. 2199,comma 7-bis nel quale sono previste, per il triennio 2016-2018, lepercentuali di assunzione nelle Forze di Polizia a ordinamento civileo militare riservate ai volontari in ferma prefissata delle Forzearmate e le aliquote riservate per il concorso pubblico; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957,n. 3, recante il Testo unico delle disposizioni concernenti lostatuto degli impiegati civili dello Stato ed il successivo decretodel Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686 recante Normedi esecuzione del testo unico delle disposizioni sullo statuto degliimpiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidentedella Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976,n. 752, recante Norme di attuazione dello Statuto Speciale dellaRegione Trentino-Alto Adige in materia di proporzionale negli ufficistatali siti nella provincia di Bolzano e di conoscenza delle duelingue nel pubblico impiego; Vista la legge 1 aprile 1981, n. 121, recante il Nuovoordinamento dell'Amministrazione della pubblica sicurezza; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982,n. 335, recante Ordinamento del personale della Polizia di Stato cheespleta funzioni di polizia; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre1983, n. 903, contenente Approvazione del regolamento per l'accessoai ruoli del personale della Polizia di Stato che espleta funzioni dipolizia; Vista la legge 1 febbraio 1989, n. 53, recante Modifiche allenorme sullo stato giuridico degli appartenenti ai ruoli ispettori eappuntati e finanzieri del Corpo della Guardia di finanza nonche'disposizioni relative alla Polizia di Stato, alla Poliziapenitenziaria e al Corpo forestale dello Stato ed in particolarel'art. 26 concernente le qualita' morali e di condotta di cui devonoessere in possesso i candidati ai concorsi per l'accesso ai ruoli delpersonale della Polizia di Stato; Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante Nuove norme inmateria di procedimento amministrativo e di diritto di accesso aidocumenti amministrativi; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994,n. 487, di approvazione del Regolamento recante norme sull'accessoagli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalita' disvolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme diassunzione nei pubblici impieghi; Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, recante Misure urgentiper lo snellimento dell'attivita' amministrativa e dei procedimentidi decisione e di controllo; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre2000, n. 445, recante Testo unico delle disposizioni legislative eregolamentari in materia di documentazione amministrativa; Visto il decreto legislativo 28 febbraio 2001, n. 53, contenenteDisposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 12maggio 1995, n. 197, in materia di riordino delle carriere delpersonale non direttivo della Polizia di Stato; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, concernenteNorme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delleamministrazioni pubbliche; Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, contenenteCodice in materia di protezione dei dati personali, modificato daldecreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101; Visto il decreto del Ministro dell'interno 30 giugno 2003, n.198, contenente Regolamento dei requisiti di idoneita' fisica,psichica e attitudinale di cui devono essere in possesso i candidatiai concorsi per l'accesso ai ruoli del personale della Polizia diStato e gli appartenenti ai predetti ruoli; Visto il decreto legislativo del 7 marzo 2005, n. 82, recante ilCodice dell'amministrazione digitale; Visto il decreto del Ministro dell'interno 28 aprile 2005, n.129, contenente Regolamento recante le modalita' di accesso allaqualifica iniziale dei ruoli degli agenti ed assistenti, degliispettori, degli operatori e collaboratori tecnici, dei revisoritecnici e dei periti tecnici della Polizia di Stato; Visto il decreto del Ministro dell'interno di concerto con ilMinistro della difesa 22 febbraio 2006, con il quale sonodisciplinate le Modalita' di reclutamento, nella qualifica inizialedel ruolo degli agenti ed assistenti della Polizia di Stato,riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno, ovvero inrafferma annuale in servizio o in congedo; Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, recante ilCodice delle pari opportunita' tra uomo e donna, a norma dell'art. 6della legge 28 novembre 2005, n. 246; Visto il decreto legislativo del 25 gennaio 2010, n. 5, recanteAttuazione della direttiva 2006/54/CE relativa al principio dellepari opportunita' e della parita' di trattamento fra uomini e donnein materia di occupazione e impiego; Visto il decreto legislativo 21 gennaio 2011, n. 11, recanteNorme di attuazione dello statuto speciale della regioneTrentino-Alto Adige recanti modifiche all'art. 33 del decreto delPresidente della Repubblica 15 luglio 1988, n. 574, in materia diriserva di posti per i candidati in possesso dell'attestato dibilinguismo, nonche' di esclusione dall'obbligo del servizio militarepreventivo, nel reclutamento del personale da assumere nelle Forzedell'ordine; Visto il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recanteDisposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo(convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, comma 1, dellalegge 4 aprile 2012 n. 35) e, in particolare, l'art. 8, concernentel'invio, esclusivamente per via telematica, delle domande per lapartecipazione a selezioni e concorsi per l'assunzione nellepubbliche amministrazioni centrali; Visto il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, recanteRiordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico egli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazionida parte delle pubbliche amministrazioni; Visto il decreto legislativo 28 gennaio 2014, n. 8, recanteDisposizioni in materia di personale militare e civile del Ministerodella difesa, nonche' misure per la funzionalita' della medesimaamministrazione, a norma degli articoli 2, comma 1, lettere c) ed e),3, commi 1 e 2, e 4, comma 1, lettera e), della legge 31 dicembre2012, n. 244; Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 17 dicembre2015, n. 207, recante il Regolamento in materia di parametri fisiciper l'ammissione ai concorsi per il reclutamento nelle Forze armate,nelle Forze di Polizia a ordinamento militare e civile e nel Corponazionale dei vigili del fuoco, a norma della legge 12 gennaio 2015,n. 2; Visto il decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, recanteDisposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze dipolizia, ai sensi dell'art. 8, comma 1, lettera a) della legge 7agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delleamministrazioni pubbliche; Vista la legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante Bilancio diprevisione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilanciopluriennale per il triennio 2018-2020; Visto il decreto del Ministro dell'interno 13 luglio 2018, n. 103contenente il Regolamento recante norme per l'individuazione deilimiti di eta' per la partecipazione ai concorsi pubblici perl'accesso a ruoli e carriere del personale della Polizia di Stato; Attesa la necessita' di assumere un totale diseicentocinquantaquattro allievi agenti della Polizia di Stato perl'anno 2018, ai sensi dell'art. 2199, comma 7-bis del decretolegislativo 15 marzo 2010, n. 66; Decreta: Art. 1 Posti a concorso 1. Per le esigenze di assunzione di un numero complessivo di 654allievi agenti della Polizia di Stato, sono indetti: a) un concorso pubblico, per esame e titoli, a 458 posti,riservato a coloro che, alla data di scadenza del termine per lapresentazione della domanda di partecipazione al concorso, sonovolontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) e in servizio daalmeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale, purche' siano inpossesso dei requisiti prescritti per l'assunzione nella Polizia diStato; b) un concorso pubblico, per esame e titoli, a 196 posti,riservato a coloro che, alla data di scadenza del termine per lapresentazione della domanda di partecipazione al concorso, sonocollocati in congedo al termine della ferma annuale come volontari inferma prefissata di un anno (VFP1), oppure sono volontari in fermaquadriennale (VFP4) in servizio o in congedo, purche' siano tutti inpossesso dei requisiti prescritti per l'assunzione nella Polizia diStato. Si precisa che i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1),in servizio da meno di sei mesi alla data di scadenza del termine perla presentazione della domanda di partecipazione al concorso, ma chesiano gia' stati congedati da precedenti servizi in qualita' di VFP1,potranno partecipare esclusivamente al concorso di cui alla letterab). 2. I candidati aventi titolo possono partecipare ad uno solo deiconcorsi sopra indicati, a pena di esclusione.

Art. 2 Riserve dei posti per categorie specifiche di concorrenti 1. Ai candidati in possesso dell'attestato di bilinguismo (linguaitaliana e tedesca), di cui all'art. 4 del decreto del Presidentedella Repubblica n. 752/1976, di livello non inferiore al diploma diIstituto di istruzione secondaria di primo grado, fermi restando irequisiti previsti per l'assunzione nella Polizia di Stato, sonoriservati: - un posto per il concorso di cui all'art. 1, comma 1, letteraa), del presente bando; - un posto per il concorso di cui all'art. 1, comma 1, letterab), del presente bando. 2. Ai predetti candidati riservatari non e' richiesto ilrequisito di cui all'art. 2199, commi 1 e 5 del decreto legislativon. 66/2010. 3. Il posto riservato nel concorso di cui all'art. 1, comma 1,lettera a), del presente bando, che non sia stato coperto, sara'assegnato al miglior classificato fra i candidati idonei, aventititolo alla medesima riserva per bilinguismo del concorso di cui allasuccessiva lettera b) del medesimo comma 1, e viceversa. 4. Ai sensi dell'art. 8 del decreto-legge 21 settembre 1987, n.387, convertito in legge 20 novembre 1987, n. 472, a coloro che hannoconseguito il diploma presso il Centro Studi di Fermo, in possessodei requisiti previsti per l'assunzione nella Polizia di Stato, sonoriservati: - ventitre' posti per il concorso di cui all'art. 1, comma 1,lettera a), del presente bando; - dieci posti per il concorso di cui all'art. 1, comma 1,lettera b), del presente bando. 5. I posti riservati indicati nei commi precedenti, se noncoperti per mancanza di vincitori, saranno assegnati ai candidatiidonei, seguendo l'ordine della graduatoria finale di merito.

Art. 3 Insufficiente copertura dei posti messi a concorso 1. I posti del concorso indicati all'art. 1, comma 1, lettera a),del presente bando, eventualmente non coperti per insufficienza divincitori, saranno assegnati agli idonei non vincitori del concorsodi cui alla successiva lettera b) del medesimo comma 1, seguendol'ordine della relativa graduatoria finale di merito. 2. Ugualmente, i posti del concorso di cui all'art. 1, comma 1,lettera b), del presente bando, eventualmente non coperti perinsufficienza di vincitori, saranno assegnati agli idonei nonvincitori del concorso di cui alla precedente lettera a) del medesimocomma 1, seguendo l'ordine della relativa graduatoria finale dimerito.

Art. 4 Requisiti di partecipazione e cause di esclusione 1. I requisiti richiesti ai candidati per partecipare ai concorsidel presente bando, oltre a quelli indicati all'art. 1, comma 1, sonoi seguenti: a) cittadinanza italiana; b) godimento dei diritti civili e politici; c) diploma di scuola secondaria di I grado o equipollente; d) aver compiuto il 18 anno di eta' e non aver compiuto il 26anno di eta'. Quest'ultimo limite e' elevato, fino ad un massimo ditre anni, in relazione all'effettivo servizio militare prestato daicandidati; e) qualita' morali e di condotta previste dall'art. 35, comma6, del decreto legislativo n. 165/2001; f) idoneita' fisica, psichica ed attitudinale all'espletamentodei compiti connessi alla qualifica, da accertare in conformita' alledisposizioni contenute nel decreto ministeriale n. 198/2003 e neldecreto del Presidente della Repubblica n. 207/2015. 2. Non sono ammessi al concorso coloro che siano stati espulsidalle Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati, destituiti dapubblici uffici, dispensati dall'impiego presso una pubblicaamministrazione per persistente insufficiente rendimento, oppuresiano decaduti dall'impiego, ai sensi dell'art. 127, primo comma,lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica n. 3/1957,nonche' coloro che abbiano riportato una condanna a pena detentivaper delitto non colposo, o siano stati sottoposti a misure disicurezza o di prevenzione. 3. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data discadenza del termine per la presentazione della domanda dipartecipazione al concorso e mantenuti, ad eccezione dell'eta'massima di cui al precedente comma 1, lettera d), fino alla data diimmissione nel ruolo degli agenti ed assistenti della Polizia diStato. 4. Non potranno partecipare ai concorsi di cui all'art 1, comma1, lettere a) e b) del presente bando, pena l'esclusione, coloro cheabbiano svolto servizio esclusivamente come volontari in ferma breve(VFB), o volontari in ferma annuale (VFA). 5. Saranno esclusi dai concorsi di cui alle suddette lettere a) eb) del citato art. 1 i candidati che abbiano gia' presentato, nelcorrente anno, la domanda di partecipazione a concorsi indetti percarriere iniziali delle altre Forze di Polizia ad ordinamento civilee militare. Quest'ultima limitazione non si applica ai volontari inferma prefissata, che si trovino in congedo alla data di scadenzadella domanda di partecipazione al concorso. 6. L'Amministrazione provvede d'ufficio ad accertare i requisitidella condotta e delle qualita' morali e quelli dell'efficienzafisica e dell'idoneita' fisica, psichica e attitudinale al servizio,nonche' le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblicoimpiego e la veridicita' delle dichiarazioni rilasciate daicandidati. Fatta salva la responsabilita' penale, il candidatodecadra' dai benefici conseguiti in virtu' di un provvedimentoemanato in suo favore sulla base di una dichiarazione non veritiera. 7. L'esclusione del candidato dal concorso e' disposta condecreto del Capo della Polizia- Direttore Generale della PubblicaSicurezza.

Art. 5 Domanda di partecipazione - modalita' telematiche 1. La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilatae trasmessa entro il termine perentorio di trenta giorni- che decorredal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bandonella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - utilizzandoesclusivamente la procedura informatica disponibile all'indirizzohttps://concorsionline.poliziadistato.it (dove si dovra' cliccaresull'icona Concorso pubblico). A quest'ultima procedurainformatica, il candidato potra' accedere tramite il Sistema Pubblicodi Identita' Digitale (SPID), con le relative credenziali (username epassword), che dovra' previamente ottenere rivolgendosi a uno degliidentity provider accreditati presso l'Agenzia per l'Italia Digitale(A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionalewww.spid.gov.it . 2. Qualora il candidato volesse modificare la domanda gia'trasmessa, la dovra' annullare per inviarne una nuova versione, entroil termine perentorio indicato al comma 1. In ogni caso, allascadenza del predetto termine perentorio, il sistema informatico nonricevera' piu' dati.

Art. 6 Compilazione della domanda di partecipazione 1. Nella domanda di partecipazione al concorso prescelto, dainviare esclusivamente per via telematica, il candidato devedichiarare: a) il cognome ed il nome; le candidate coniugate dovrannoindicare esclusivamente il cognome da nubile; b) la data ed il luogo di nascita; c) la residenza o il domicilio, precisando altresi' il recapitoe l'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a luipersonalmente intestata dove intende ricevere le comunicazionirelative al concorso; d) il codice fiscale; e) se intenda concorrere ai posti riservati alle categorie dicui all'art. 2. A tal fine, il candidato in possesso del prescrittoattestato di bilinguismo dovra' specificare la lingua, italiana otedesca, preferita per sostenere la prova scritta; f) il titolo di studio e la data del suo conseguimento, conl'indicazione dell'Istituto che lo ha rilasciato e la votazioneconseguita; g) il possesso della cittadinanza italiana; h) l'iscrizione alle liste elettorali oppure il motivo dellamancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; i) di non aver a proprio carico condanne penali, anche ai sensidell'art. 444 del codice di procedura penale, procedimenti penali oper l'applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, ocomunque precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale aisensi dell'art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14novembre 2002, n. 313. In caso contrario, il candidato dovra'precisare la data di ogni provvedimento e l'Autorita' Giudiziaria chelo ha emanato, o presso la quale pende il procedimento; l) le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti dipubblico impiego, specificando se sia stato espulso dalle Forzearmate, dai Corpi militarmente organizzati, destituito da pubbliciuffici, o dispensato dall'impiego per persistente insufficienterendimento, oppure decaduto dall'impiego, ai sensi dell'art. 127,primo comma, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblican. 3/1957; m) l'eventuale possesso dei titoli di preferenza, indicatiall'art. 5, comma 4, del d.P.R., n. 487/1994, ove compatibili,nonche' all'art. 73, comma 14, del decreto-legge 21 giugno 2013, n.69, convertito in legge 20 agosto 2013, n. 98; n) di essere a conoscenza che la data e il luogo di svolgimentodella prova scritta del concorso saranno comunicati nella GazzettaUfficiale della Repubblica italiana - 4 Serie speciale - Concorsied esami del 18 dicembre 2018 e che tale comunicazione avra' valoredi notifica a tutti gli effetti; o) di essere a conoscenza delle responsabilita' penali previstein caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi dell'art. 76 del decretodel Presidente della Repubblica n. 445/2000. 2. Oltre ai dati e alle informazioni sopra elencate, i candidatidovranno dichiarare nella domanda di partecipazione, i serviziprestati in qualita' di volontario in ferma prefissata, di un anno(VFP1) o quadriennale (VFP4) o in rafferma, con l'indicazioneobbligatoria delle seguenti informazioni: Forza armata ove presta o ha prestato servizio (Esercito,Marina o Aeronautica); se si trovi in servizio o in congedo; data di decorrenza giuridica di arruolamento da VFP1, data dicongedo/fine ferma da VFP1 e da VFP4, data di rafferma annuale e daVFP4, nonche' eventuali richiami in servizio o incorporamento SPE(servizio permanente effettivo), indicando la denominazione e la sededell'ultimo Comando/Reparto di servizio. I candidati che abbiano svolto piu' periodi di servizio da VFP1dovranno indicare le date di incorporamento, di fine ferma edell'eventuale rafferma di ogni singolo periodo svolto, anche seriferito a diversi arruolamenti. 3. Si rammenta che i titoli di preferenza non dichiaratiespressamente nella domanda di partecipazione al concorso non sarannovalutati. 4. Il candidato deve comunicare tempestivamente ogni eventualevariazione di residenza, recapito e dell'indirizzo PEC personaledichiarato nella domanda, presso il quale intende ricevere lecomunicazioni relative al concorso. A tal fine, l'interessato dovra'inviare detta comunicazione, unitamente a copia fronte/retro di unvalido documento d'identita', in formato PDF, all'indirizzo di postaelettronica certificata dipps.333b.vfp2018.rm@pecps.interno.it . 5. L'Amministrazione non sara' responsabile qualora il candidatonon riceva le comunicazioni inoltrategli a causa di inesatte oincomplete indicazioni dell'indirizzo o recapito da lui fornito,oppure di mancata o tardiva comunicazione del cambiamentodell'indirizzo o recapito.

Art. 7 Consegna di copia della domanda di concorso ai Comandi FF.AA. - Trasmissione dell'estratto della documentazione di servizio 1. I candidati che partecipano ai concorsi di cui all'art. 1,comma 1, lettere a) e b) del presente bando, qualora siano inservizio, devono tempestivamente consegnare al Comando diappartenenza una copia della ricevuta della domanda di partecipazioneal concorso prescelto. Quest'ultimo adempimento e' indispensabile per consentire alComando interessato di trasmettere a questa Amministrazione,all'indirizzo di posta elettronica certificatadipps.333b.vfp2018.rm@pecps.interno.it entro il 25 gennaio 2019,l'estratto della documentazione di servizio comprensivo anche deglieventuali precedenti periodi di servizio prestato. L'estratto dovra'essere debitamente aggiornato alla data di scadenza della domanda diconcorso e compilato in base al facsimile di cui all'Allegato 1 delpresente bando. A quest'ultimo riguardo, si inviera' appositacircolare agli Stati Maggiori FF.AA. interessati. 2. Si rammenta che i candidati volontari delle FF.AA. in congedo,o quelli in servizio ma gia' congedati da precedenti periodi di fermaespletati come VFP1, dovranno premunirsi del suddetto estrattocomprensivo anche degli eventuali precedenti periodi di servizioprestato.

Art. 8 Fasi di svolgimento dei concorsi 1. I concorsi previsti dal presente bando si svolgeranno in basealle seguenti fasi: 1) prova scritta d'esame; 2) accertamento dell'efficienza fisica; 3) accertamenti psico-fisici; 4) accertamenti attitudinali; 5) valutazione dei titoli. 2. Il mancato superamento, da parte del candidato, della provascritta o di uno degli accertamenti elencati al precedente comma,comporta l'esclusione dal concorso prescelto. 3. I candidati, nelle more della verifica del possesso deirequisiti, partecipano alle suddette fasi concorsuali con riserva.

Art. 9 Commissione esaminatrice 1. La Commissione esaminatrice dei concorsi e' presieduta da unfunzionario della Polizia di Stato, con qualifica non inferiore aDirigente Superiore, in servizio preferibilmente presso ilDipartimento della Pubblica Sicurezza, ed e' composta da: a) due funzionari della Polizia di Stato, con qualifica noninferiore a Commissario Capo; b) due docenti di scuola secondaria di II grado; c) un esperto in lingua inglese; d) un funzionario della Polizia di Stato, appartenente al ruolodei fisici - settore telematico, con qualifica non inferiore aDirettore Tecnico Principale. 2. Per l'incarico di Presidente della Commissione puo' esserenominato anche un funzionario della Polizia di Stato, con qualificanon inferiore a Dirigente Superiore, collocato in quiescenza da nonoltre un quinquennio dalla data del presente bando. 3. Un funzionario della Polizia di Stato, con qualifica nonsuperiore a Commissario Capo, in servizio presso il Dipartimentodella Pubblica Sicurezza, svolge le funzioni di Segretario dellaCommissione. 4. Alla Commissione possono essere aggregati membri aggiuntiesperti per le finalita' connesse allo svolgimento della provascritta d'esame in lingua tedesca.

Art. 10 Prova scritta d'esame 1. La prova scritta d'esame consiste nel compilare unquestionario, articolato in domande con risposta a scelta multipla.Il predetto questionario verte su argomenti di cultura generale sullematerie previste dai vigenti programmi della scuola secondaria diprimo grado, sull'accertamento di un sufficiente livello diconoscenza della lingua inglese, nonche' delle apparecchiature edelle applicazioni informatiche piu' diffuse, in linea con glistandard europei. 2. In sede d'esame a ciascun candidato sara' consegnato unquestionario, predisposto casualmente (funzione c.d. random) da unapposito programma informatico, sulla base di una banca dati di 6000quesiti, che sara' pubblicata sul sito istituzionalewww.poliziadistato.it, almeno venti giorni prima che abbia inizio lafase della prova scritta. 3. La Commissione esaminatrice stabilira' preventivamente icriteri di valutazione degli elaborati e di attribuzione del relativopunteggio, nonche' la durata e le modalita' di svolgimento dellaprova. 4. La correzione delle risposte ai questionari e l'attribuzionedel relativo punteggio saranno effettuati tramite sistemainformatico, utilizzando apparecchiature a lettura ottica. La provasi intende superata se il candidato riporta una votazione noninferiore a sei decimi. L'esito della prova scritta, non appenadisponibile, sara' consultabile dai candidati interessati tramitel'accesso al suddetto sito istituzionale. 5. Durante la prova non e' permesso ai concorrenti comunicare traloro verbalmente o per iscritto, oppure mettersi in relazione conaltri, salvo che con gli incaricati della vigilanza o con icomponenti della Commissione esaminatrice. Non e' inoltre consentitousare telefoni cellulari, portare apparati radio ricetrasmittenti,calcolatrici e qualsiasi altro strumento elettronico, informatico otelematico. E' vietato, altresi', copiare le risposte, portare alseguito penne, matite, carta da scrivere, appunti, libri epubblicazioni di qualsiasi genere, nonche' violare le prescrizioniimpartite dalla Commissione esaminatrice prima dell'inizio dellaprova scritta d'esame e quelle che saranno pubblicate sul sitoistituzionale prima dello svolgimento della prova stessa. L'inosservanza delle predette prescrizioni comporta l'esclusionedal concorso. 6. Per sostenere la prova scritta d'esame i candidati dovrannopresentarsi nella sede, nel giorno e nell'ora indicati nella GazzettaUfficiale della Repubblica italiana - 4 Serie speciale Concorsi edesami del 18 dicembre 2018, muniti di un valido documentod'identita' e, per agevolare le procedure d'accesso, del codicefiscale o della tessera sanitaria su supporto magnetico. 7. La pubblicazione di cui al comma 6 avra' valore di notifica, atutti gli effetti, nei confronti dei candidati. 8. Il candidato che non si presentera' nel luogo, nel giorno enell'ora stabiliti per sostenere la prova d'esame sara' escluso dalconcorso con decreto del Capo della Polizia - Direttore Generaledella Pubblica Sicurezza.

Art. 11 Graduatorie della prova scritta 1. Terminata la fase della prova scritta, la Commissioneesaminatrice formera', per ciascuno dei concorsi previsti dall'art. 1del presente bando una distinta graduatoria che riportera', in ordinedecrescente, la votazione conseguita da ogni candidato nella medesimaprova. 2. Le suddette graduatorie, tenuto conto delle riserve dei postidi cui all'art. 2 del presente bando, saranno utilizzate perconvocare i candidati, risultati idonei alla prova scritta,all'accertamento dell'efficienza fisica ed agli accertamentipsico-fisici ed attitudinali previsti. 3. Entro il termine perentorio di venti giorni dallapubblicazione, sul sito www.poliziadistato.it , delle suddettegraduatorie, i candidati riservatari di posti per bilinguismodovranno far pervenire, all'Ufficio attivita' concorsuali, a pena delmancato riconoscimento del titolo di riserva, il prescritto attestatorilasciato dall'Ente competente, ovvero la dichiarazione sostitutivaresa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre2000, n. 445 (All. 3). 4. La documentazione indicata al comma 3 potra' essere allegatatramite l'apposita funzione presente nel portale di compilazionedella domanda di partecipazione al concorso, oppure trasmessa via PECall'indirizzo dipps.333b.vfp2018.rm@pecps.interno.it, secondo leistruzioni pubblicate sul sito, unitamente a copia fronte/retro di unvalido documento d'identita', in formato PDF.

Art. 12 Convocazioni all'accertamento dell'efficienza fisica ed agli accertamenti psico-fisici ed attitudinali 1. I candidati risultati idonei alla prova scritta d'esamesaranno convocati all'accertamento dell'efficienza fisica nel numeroe secondo i criteri di seguito stabiliti: per il concorso di cui all'art. 1, comma 1, lettera a) delpresente bando saranno convocati i primi 1050 candidati idonei,seguendo l'ordine della relativa graduatoria della prova scritta; per il concorso di cui all'art. 1, comma 1, lettera b) delpresente bando saranno convocati i primi 450 candidati idonei,seguendo l'ordine della relativa graduatoria della prova scritta. 2. Saranno inoltre convocati, in sovrannumero, tutti i candidatiche abbiano riportato un punteggio, alla prova scritta, pari a quellodell'ultimo convocato in base ai criteri stabiliti dal commaprecedente. 3. Qualora il numero dei candidati dichiarati idonei durante lafase degli accertamenti psico-fisici ed attitudinali prescritti siprospettasse insufficiente a coprire il totale dei posti banditi perciascuno dei suddetti due concorsi, l'Amministrazione potra'convocare, all'accertamento dell'efficienza fisica e ai successiviaccertamenti, ulteriori aliquote di candidati idonei alla provascritta, rispettando l'ordine delle relative graduatorie.

Art. 13 Accertamento dell'efficienza fisica 1. I candidati, convocati in base ai criteri stabiliti dalprecedente art. 12, saranno sottoposti all'accertamentodell'efficienza fisica e dell'idoneita' fisica, psichica edattitudinale, in base al calendario che sara' pubblicato sul sitoistituzionale www.poliziadistato.it il giorno 4 febbraio 2019. Talepubblicazione avra' valore di notifica, a tutti gli effetti, neiconfronti dei candidati interessati. 2. Entro venti giorni dalla data di pubblicazione del suindicatocalendario, i candidati convocati dovranno allegare, tramitel'apposita funzione presente nel portale di compilazione delladomanda di partecipazione al concorso, oppure trasmettere via PECall'indirizzo dipps.333b.vfp2018.rm@pecps.interno.it, secondo leistruzioni pubblicate sul sito, la seguente documentazione in formatoPDF: I candidati in servizio alla scadenza di presentazione delledomande di partecipazione al concorso: - i titoli di cui al successivo art. 17, comma 1, o ladichiarazione sostitutiva ex decreto del Presidente della Repubblican. 445/2000 (All.2), solo se indicati nell'estratto delladocumentazione di servizio, gia' sottoscritto, unitamente a copiafronte/retro di un documento di identita' in corso di validita', informato PDF; I candidati in congedo alla scadenza di presentazione delledomande di partecipazione al concorso: - l'estratto della documentazione di servizio, comprensivoanche degli eventuali precedenti periodi di servizio prestato ed ititoli di cui al successivo art. 17, comma 1, o dichiarazionesostitutiva ex decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000(All.2), solo se indicati nell'estratto della documentazione diservizio, gia' sottoscritto, con copia fronte/retro di un documentodi identita' in corso di validita'; 3. La mancata trasmissione dei titoli e dell'estratto delladocumentazione di servizio con le modalita' sopra indicate comportala sospensione dell'istruttoria amministrativa relativa al candidato. 4. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno enell'ora stabiliti per il suddetto accertamento dell'efficienzafisica, saranno esclusi dal concorso con decreto del Capo dellaPolizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza. 5. Una Commissione composta da un Dirigente della Polizia diStato, che la presiede, da un medico della Polizia di Stato, nonche'da un appartenente ai gruppi sportivi della Polizia di Stato FiammeOro con qualifica di Coordinatore di settore sportivo o di Direttoretecnico, sottoporra' i candidati convocati all'accertamentodell'efficienza fisica, consistente negli esercizi ginnici, dasuperare in sequenza, sotto specificati: =====================================================================| PROVA | UOMINI | DONNE | NOTE |================================================================| | Tempo max |Tempo max | || Corsa 1000 m. | 3'55 | 4'55 | / |----------------------------------------------------------------| Salto in alto | 1,20 m. | 1,00 m. | Max 3 tentativi |----------------------------------------------------------------| Sollevamento alla | | | Continuativi (Max 2 || sbarra | n. 5 | n. 2 | minuti) |---------------------------------------------------------------- Le funzioni di Segretario della predetta Commissione sono svolteda un appartenente al ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato oqualifica equiparata oppure da un appartenente ai ruolidell'Amministrazione civile dell'interno, in servizio presso ilDipartimento della Pubblica Sicurezza. 6. Il mancato superamento anche di uno solo dei suddetti eserciziginnici determinera' l'esclusione dal concorso per inidoneita'. 7. Il giorno della presentazione ai suddetti accertamenti, tuttii candidati dovranno essere muniti di idoneo abbigliamento sportivo edi un documento di riconoscimento valido e dovranno consegnare, apena di esclusione dal concorso, un certificato di idoneita' sportivaagonistica per l'atletica leggera in corso di validita', conforme aldecreto del Ministero della Sanita' del 18 febbraio 1982, esuccessive modifiche, rilasciato da medici appartenenti allaFederazione Medico Sportiva Italiana o, comunque, a strutturesanitarie pubbliche o private convenzionate, in cui esercitino medicispecialisti in medicina dello sport.

Art. 14 Accertamenti psico-fisici 1. I concorrenti, risultati idonei all'accertamentodell'efficienza fisica, saranno sottoposti agli accertamenti fisici epsichici, a cura di una Commissione composta da un Primo Dirigentemedico, che la presiede, e da quattro medici della Polizia di Stato,con qualifica non inferiore a Medico Principale. A tal fine, sonoprevisti un esame clinico generale del candidato e prove strumentalie di laboratorio. Le funzioni di Segretario della predettaCommissione sono svolte da un appartenente al ruolo degli Ispettoridella Polizia di Stato o qualifica equiparata o da un appartenente airuoli dell'Amministrazione civile dell'interno, in servizio presso ilDipartimento della Pubblica Sicurezza. 2. Tutti i candidati, all'atto della presentazione ai predettiaccertamenti, dovranno esibire un documento di riconoscimento incorso di validita' e, a pena di esclusione, la seguentedocumentazione sanitaria, recante data non anteriore a tre mesi aquella della relativa presentazione: a) certificato anamnestico, come da facsimile in allegato (All.4), sottoscritto dal medico di fiducia e dall'interessato, conparticolare riferimento alle infermita' pregresse o attuali elencatenel decreto ministeriale n. 198/2003. In proposito, il candidatopotra' produrre accertamenti clinici o strumentali ritenuti utili aifini della valutazione medico-legale; b) esame audiometrico tonale e E.C.G. con visita cardiologica,da effettuarsi presso una struttura pubblica o accreditata con ilS.S.N. , con l'indicazione del codice identificativo regionale; c) esami ematochimici da effettuarsi presso una strutturapubblica o accreditata con il S.S.N. , con l'indicazione del codiceidentificativo regionale: 1 - esame emocromocitometrico con formula; 2 - esame chimico e microscopico delle urine; 3 - creatininemia; 4 - gamma GT; 5 - glicemia; 6 - GOT (AST); 7 - GPT (ALT); 8 - HbsAg; 9 - Anti HbsAg; 10 - Anti Hbc; 11 - Anti HCV; 12 - uno tra i seguenti test: TINE test, intradermoreazionedi Mantoux, Quantiferon test. 3. La Commissione potra' inoltre disporre, ai fini di una piu'completa valutazione medico-legale, l'effettuazione di esami dilaboratorio, o indagini strumentali, nonche' chiedere la produzionedi certificati sanitari, ritenuti utili. 4. Per quanto attiene ai requisiti da accertare, al candidatosono richiesti, a pena di inidoneita': sana e robusta costituzione fisica; composizione corporea: percentuale di massa grassanell'organismo non inferiore al 7 per cento e non superiore al 22 percento per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al 12 percento e non superiore al 30 per cento per le candidate di sessofemminile; forza muscolare: non inferiore a 40 kg per i candidati disesso maschile, e non inferiore a 20 kg per le candidate di sessofemminile; massa metabolicamente attiva: percentuale di massa magrateorica presente nell'organismo non inferiore al 40 per cento per icandidati di sesso maschile, e non inferiore al 28 per cento per lecandidate di sesso femminile; senso cromatico e luminoso normale, campo visivo normale,visione notturna sufficiente, visione binoculare e stereoscopicasufficiente. Visus naturale non inferiore a 12/10 complessivi qualesomma del visus dei due occhi, con non meno di 5 decimi nell'occhioche vede meno, ed un visus corretto a 10/10 per ciascun occhio peruna correzione massima complessiva di una diottria quale somma deisingoli vizi di rifrazione. 5. Costituiscono altresi' cause di inidoneita', per l'assunzionenella Polizia di Stato, le imperfezioni e le infermita' elencatenella tabella 1, allegata al decreto ministeriale n. 198/2003. 6. I giudizi della Commissione per l'accertamento dei requisitipsico-fisici sono definitivi e comportano l'esclusione dal concorso,in caso di inidoneita' del candidato. 7. I candidati che non si presenteranno nel luogo, nel giorno enell'ora stabiliti per i predetti accertamenti psico-fisici sarannoesclusi dal concorso con decreto del Capo della Polizia - DirettoreGenerale della Pubblica Sicurezza.

Art. 15 Accertamenti attitudinali 1. I candidati risultati idonei agli accertamenti psico-fisiciprevisti dal precedente art. 14 saranno sottoposti agli accertamentiattitudinali da parte di una Commissione di selettori composta da unfunzionario della Polizia di Stato, appartenente al ruolo deglipsicologi, con qualifica non inferiore a Primo Dirigente Tecnico, chela presiede, e da quattro funzionari della Polizia di Stato, conqualifica non inferiore a Direttore Tecnico Principale del ruolopsicologi o a Commissario Capo, in possesso dell'abilitazioneprofessionale di perito selettore attitudinale. Le funzioni diSegretario della predetta Commissione sono svolte da un appartenenteal ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato o qualificaequiparata oppure da un appartenente ai ruoli dell'Amministrazionecivile dell'interno con qualifica equiparata, in servizio presso ilDipartimento della Pubblica Sicurezza. 2. I suddetti accertamenti attitudinali sono diretti ad accertarel'idoneita' del candidato allo svolgimento dei compiti connessi conl'attivita' propria del ruolo e della qualifica da rivestire.Consistono in una serie di test, predisposti da istituti pubblici oprivati specializzati, sia collettivi che individuali, approvati condecreto, nonche' in un colloquio con un componente della suddettaCommissione. Su richiesta del selettore, la Commissione puo' disporrela ripetizione del colloquio in sede collegiale. Nel caso in cui itest siano positivi, ma il colloquio sia risultato negativo,quest'ultimo sara' ripetuto in sede collegiale. All'esito delleprove, la Commissione si esprimera' sull'idoneita' del candidato. 3. I giudizi della Commissione per l'accertamento delle qualita'attitudinali sono definitivi e comportano l'esclusione dal concorso,in caso di inidoneita' del candidato. 4. I candidati che non si siano presentati nel luogo, nel giornoe nell'ora stabiliti per i suddetti accertamenti attitudinali sarannoesclusi dal concorso con decreto del Capo della Polizia - DirettoreGenerale della Pubblica Sicurezza.

Art. 16 Produzione dei titoli di preferenza 1. Ai fini della formazione delle graduatorie finali di merito, icandidati che hanno superato la prova scritta, se avevano dichiaratonella loro domanda di partecipazione al concorso di possedere titolidi preferenza, dovranno far pervenire all'Ufficio attivita'concorsuali, entro il termine perentorio di venti giorni dalla datadi pubblicazione sul sito www.poliziadistato.it delle graduatoriedella prova scritta, la documentazione attestante il possesso di queititoli, oppure la dichiarazione sostitutiva ex decreto del Presidentedella Repubblica n. 445/2000, come da facsimile (All. 3), a pena delmancato riconoscimento di quei titoli. 2. La documentazione o la dichiarazione sostitutiva indicati alcomma 1 potranno essere allegate tramite l'apposita funzione presentenel portale di compilazione della domanda di partecipazione alconcorso, oppure trasmesse via PEC all'indirizzodipps.333b.vfp2018.rm@pecps.interno.it, secondo le istruzionipubblicate sul sito, con copia fronte/retro di un valido documentod'identita', in formato PDF.

Art. 17 Valutazione dei titoli 1. Le categorie dei titoli ammessi a valutazione sono stabilitecome segue: a) valutazione del periodo di servizio svolto in qualita' divolontario in ferma prefissata di un anno; b) missioni in teatro operativo fuori area; c) valutazione relativa all'ultima documentazionecaratteristica; d) riconoscimenti, ricompense e benemerenze; e) titoli di studio; f) conoscenza accertata secondo standard NATO di una o piu'lingue straniere, oppure possesso di certificati o attestati chedimostrino una profonda conoscenza delle lingue straniere; g) esito dei corsi di istruzione, specializzazione oabilitazione frequentati; h) numero e tipo delle specializzazioni/abilitazioniconseguite; i) eventuali altri attestati e brevetti. 2. I titoli sopra indicati sono tratti esclusivamentedall'estratto della documentazione di servizio, rilasciato dallecompetenti Autorita' militari, come da facsimile di cui all'All. 1. 3. La Commissione esaminatrice determina i punteggi massimi daattribuire a ciascuna categoria, nonche' i titoli valutabili ed icriteri di massima per la valutazione degli stessi e perl'attribuzione dei relativi punteggi. 4. La valutazione dei titoli e' effettuata nei confronti dei solicandidati che siano risultati idonei ai prescritti accertamenti. 5. I titoli ammessi a valutazione dalla Commissione ed i relativipunteggi saranno riportati su apposite schede individuali,sottoscritte dal Presidente e da tutti i componenti dellaCommissione.

Art. 18 Graduatorie finali dei concorsi - nomina dei vincitori 1. Per la formazione delle due distinte graduatorie finali deiconcorsi, la Commissione esaminatrice sommera', per ciascun candidatorisultato idoneo ai prescritti accertamenti, il punteggio utileconseguito alla prova scritta d'esame e il punteggio riportato nellavalutazione dei titoli, fatte salve le riserve dei posti indicateall'art. 2 del presente bando e, a parita' di punteggio, i titoli dipreferenza nell'ordine previsto dalle vigenti disposizioni. 2. I decreti di approvazione delle graduatorie di merito e didichiarazione dei vincitori saranno pubblicati sul Bollettinoufficiale del personale del Ministero dell'Interno, con avviso dipubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Glistessi provvedimenti saranno consultabili anche sul sitoistituzionale www.poliziadistato.it .

Art. 19 Ammissione dei vincitori al corso di formazione 1. I concorrenti dichiarati vincitori del concorso sarannoammessi alla frequenza del prescritto corso di formazione, fermorestando il completamento della ferma per i candidati al concorso dicui all'art. 1, comma 1, lettera a) del presente bando. 2. I vincitori che non si presentino, senza giustificato motivo,nella sede e nel termine loro assegnato per la frequenza del suddettocorso di formazione, saranno dichiarati decaduti dalla nomina ed alloro posto saranno chiamati altri candidati idonei, seguendo l'ordinedella graduatoria finale del rispettivo concorso. 3. Gli allievi agenti della Polizia di Stato, al termine delcorso di formazione previsto, saranno assegnati in sedi di serviziodiverse dalla regione di origine, da quella di residenza e da quellelimitrofe. A tal fine, la regione Sicilia e' considerata limitrofaalla regione Calabria e la regione Sardegna e' considerata limitrofaalla regione Lazio.

Art. 20 Trattamento dei dati personali 1. I dati personali forniti dai concorrenti saranno raccolti perle finalita' di gestione del concorso e saranno trattati mediante unabanca dati automatizzata presso il Ministero dell'interno -Dipartimento della Pubblica Sicurezza - Direzione Centrale per leRisorse Umane - Ufficio attivita' concorsuali. 2. I medesimi dati potranno essere comunicati esclusivamente adamministrazioni o enti pubblici interessati allo svolgimento delconcorso o della posizione giuridico-economica dei candidati. 3. Si applicano in proposito, anche ai fini dell'esercizio deidiritti riservati agli interessati nei confronti del Ministerodell'interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza responsabile, leprevisioni di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196,cosi' come modificato dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101. 4. Eventuali richieste di accesso ai documenti amministrativi daparte dei partecipanti al concorso, ai sensi della normativa vigente,potranno essere trasmesse a mezzo PEC all'indirizzo di postaelettronica certificata dipps.333b.uffconcorsi.rm@pecps.interno.it .

Art. 21 Provvedimenti di autotutela Il Capo della Polizia - Direttore Generale della PubblicaSicurezza, per comprovate esigenze di interesse pubblico, puo'revocare o annullare il presente bando, sospendere o rinviare leprove concorsuali, modificare il numero dei posti, nonche' differireo contingentare l'ammissione dei vincitori alla frequenza delprescritto corso di formazione. Di quanto sopra si provvedera' a darecomunicazione con avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dellaRepubblica italiana - 4 Serie speciale - Concorsi ed esami.

Art. 22 Avvertenze finali 1. Fatte salve le previste pubblicazioni nella Gazzetta Ufficialedella Repubblica italiana - 4 Serie speciale Concorsi ed esami,ulteriori comunicazioni, provvedimenti e disposizioni inerenti alpresente bando di concorso saranno pubblicati sul sito istituzionalewww.poliziadistato.it con valore di notifica ai candidati. 2. Il presente decreto e i suoi allegati, che ne sono parteintegrante, saranno pubblicati nella Gazzetta Ufficiale dellaRepubblica italiana - 4 Serie speciale Concorsi ed esami. 3. Avverso il presente decreto e' ammesso ricorso al tribunaleamministrativo regionale entro sessanta giorni o, in alternativa,ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro centoventigiorni dalla suddetta pubblicazione. Roma, 8 novembre 2018 Il Capo della Polizia Direttore generale della pubblica sicurezza Gabrielli