Concorsi

Pubblici

Ministero Della Giustizia

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Visti il regio decreto-legge 27 novembre 1933, n. 1578,convertito con modificazioni nella legge 22 gennaio 1934, n. 36,relativo all'ordinamento delle professioni di avvocato; il regiodecreto 22 gennaio 1934, n. 37 contenente le norme integrative e diattuazione del predetto; la legge 23 marzo 1940, n. 254, recantemodificazioni all'ordinamento forense; il decreto legislativo C.P.S.13 settembre 1946, n. 261, contenente norme sulle tasse dacorrispondersi all'Erario per la partecipazione agli esami forensi,come da ultimo modificata dal D.P.C.M. 21 dicembre 1990, art. 2 -lettera b); l'art. 2 della legge 24 luglio 1985, n. 406, recantemodifiche alla disciplina del patrocinio alle preture e degli esamiper la professione di procuratore legale; la legge 27 giugno 1988, n.242, recante modifiche alla disciplina degli esami di procuratorelegale; la legge 20 aprile 1989, n. 142, recante modifiche alladisciplina degli esami di procuratore legale e di avvocato; il D.P.R.10 aprile 1990, n. 101, relativo al regolamento alla pratica forenseper l'ammissione dell'esame di procuratore legale; la legge 24febbraio 1997, n. 27, relativa alla soppressione dell'albo deiprocuratori legali e a norme in materia di esercizio dellaprofessione forense; il decreto-legge 21 maggio 2003, n. 112,convertito, con modificazioni, nella legge 18 luglio 2003, n. 180,recante modifiche urgenti alla disciplina degli esami di abilitazionealla professione forense; il decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1,convertito, con modificazioni, nella legge 24 marzo 2012, n. 27,recante modifica della durata del tirocinio per l'accesso alleprofessioni regolamentate; la legge 12 novembre 2011, n. 183 inmateria di documentazione amministrativa; il decreto-legge 9 febbraio2012, n. 5, convertito, con modificazioni, nella legge 4 aprile 2012,n. 35, recante disposizioni per la composizione della Commissione perl'esame di avvocato; la legge 31 dicembre 2012, n. 247 recante lanuova disciplina dell'ordinamento della professione forense; ildecreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito con modificazionenella legge 9 agosto 2013, n. 98; Visto il D.P.R. 15 luglio 1988, n. 574 contenente le norme diattuazione dello statuto speciale per la regione Trentino Alto Adigein materia di uso della lingua tedesca e della lingua ladina neirapporti dei cittadini con la pubblica amministrazione e neiprocedimenti giudiziari e succ. mod., nonche' l'art. 25 D.Lgs. 9settembre 1997, n. 354, che istituisce la sezione distaccata inBolzano della Corte di Appello di Trento; Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; Ritenuta la necessita' di indire una sessione di esami diabilitazione alla professione forense presso le sedi delle Corti diAppello di Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta,Campobasso, Catania, Catanzaro, Firenze, Genova, L'Aquila, Lecce,Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Potenza, Reggio Calabria,Roma, Salerno, Torino, Trento, Trieste, Venezia e presso la Sezionedistaccata di Bolzano della Corte di Appello di Trento per l'anno2013; Decreta: Art. 1 E' indetta per l'anno 2013 una sessione di esami per l'iscrizionenegli albi degli Avvocati presso le sedi di Corti di Appello diAncona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso,Catania, Catanzaro, Firenze, Genova, L'Aquila, Lecce, Messina,Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Potenza, Reggio Calabria, Roma,Salerno, Torino, Trento, Trieste, Venezia e presso la Sezionedistaccata in Bolzano della Corte di Appello di Trento.